EXPO 2015, LA PAROLA ALLO STUDIO LEGALE AUDISIO E ASSOCIATI a cura di BBLTranslation

Article, BBL Translation

L’agenzia di traduzioni BBLtranslation ha avuto modo di confrontarsi con lo Studio Legale Audisio e Associati, autore del documento EXPO 2015: FEEDING THE PLANET, ENERGY FOR LIFE. Il socio fondatore, l’avvocato Audisio, è membro del Comitato Scientifico per l’Expo, insieme ad avvocati e magistrati come la Dott.ssa Livia Pomodoro, il Prof. Giuseppe Franco Ferrari, il Prof. Avv. Francesco Rossi Dal Pozzo, sotto il coordinamento del Prof. Bruno Nascimbene.
L’Ordine degli Avvocati si è attivato nell’organizzazione di eventi ed incontri con i rappresentanti degli altri ordini degli avvocati nazionali ed internazionali allo scopo di riflettere sull’importanza della denutrizione, della contraffazione del cibo e dello spreco di cibo di ogni paese.
Nel 2012 il sindaco di Milano Giuliano Pisapia affermava “La collaborazione con gli Ordini professionali, e in particolare con l’Ordine degli Avvocati, è importante perché ci permetterà di definire la cornice giuridica dei temi trattati in EXPO 2015. Il contributo di un interlocutore come l’Ordine degli Avvocati di Milano sarà certamente importante”.
Qual è lo scopo del Comitato Scientifico per EXPO 2015?
Offrire un continuo aggiornamento in vista di EXPO 2015 sulle attuali linee di ricerca nazionali, internazionali ed europee concentrandosi su quattro macro aree giuridiche: il diritto di accesso al cibo, il diritto al cibo sano e sicuro, le biotecnologie e la lotta alla contraffazione. Verrà anche curata la pubblicazione di testi sui risvolti giuridici della sicurezza alimentare. Il Comitato è supportato da una Task Force, e cioè da un gruppo di lavoro che darà al Comitato scientifico un contributo tecnico ed organizzativo.
Perché la partecipazione degli avvocati è importante per questo Comitato?
Considerato il fatto che scopo del Comitato è proprio quello di approfondire gli aspetti giuridici legati al mondo dell’alimentazione, ed in particolare al diritto ad avere cibo sano e sicuro, è fondamentale il contributo che gli avvocati possono offrire su tali tematiche. Il punto di partenza per raggiungere gli scopi che si prefigge il Comitato, infatti, è proprio dato dalla cooperazione tra avvocati di vari Paesi, e ciò al fine di individuare gli aspetti critici delle disposizioni di legge legate al tema della nutrizione che necessitano di interventi, sia a livello nazionale che sovranazionale. La partecipazione degli avvocati, in questo senso, rappresenta quindi l’essenza dell’obiettivo che il Comitato si prefigge. Solo una volta che saranno individuati gli “aspetti critici” delle norme legate al mondo dell’alimentazione, sarà infatti possibile attivarsi per colmare quelle lacune.
La costruzione di una rete di collaborazioni con le associazioni forensi internazionali ha già dato dei risultati?
L’Ordine degli Avvocati di Milano da sempre collabora con gli Ordini di altri Paesi e con le Associazioni Forensi nazionali ed internazionali. Anzi, proprio al fine di mantenere i contatti con gli Ordini stranieri, l’Ordine degli Avvocati di Milano ha da anni costituito la Commissione Rapporti Internazionali. L’iniziativa dell’Avvocatura milanese in tale contesto è stata significativa: oltre a promuovere e sviluppare con grande successo i contatti con gli Ordini di altri Paesi, infatti, la Commissione si propone anche di supportare lo studio dei problemi di diritto comparato e di quelli riguardanti l’attività professionale nei rapporti con gli altri Paesi, e quindi con gli avvocati di tutto il mondo. Nel futuro, anche grazie alle nuove collaborazioni che instaureremo a partire dalle iniziative organizzate nell’ambito di EXPO, tale cooperazione sarà sempre più solida!
Avvocato Audisio, quali sono i prossimi eventi in programma organizzati dall’Ordine degli Avvocati di Milano?
Il prossimo evento si terrà l’8 maggio 2015 e sarà dedicato al tema “Vino, patrimonio e territorio”: l’evento è stato organizzato in collaborazione con l’Unione dei Giuristi della Vite e del Vino (UGIVI), con l’Union Internationale des Advocats (UIA) e con il Centro di Eccellenza Jean Monnet dell’Università degli Studi di Milano.
A seguire, il 5 giugno 2015 sarà organizzato un convegno dedicato al tema “Tutela della vita e della salute e la lotta alle frodi”.
È previsto infine un convegno internazionale di grande rilievo per il 1-2 ottobre 2015, titolato “Food security sotto assedio? Nutrire un pianeta affamato di cibo e di energia”. Anche tale evento sarà organizzato in collaborazione con il Centro di Eccellenza Jean Monnet dell’Università degli Studi di Milano.
 
Vista la Sua presenza alla fiera delle professioni legali lo scorso 29 gennaio a Barcellona, in Spagna, prevede una presenza di avvocati spagnoli a qualche evento da voi organizzato? E di avvocati internazionali in genere?
Agli eventi sono stati invitati esponenti degli Ordini Forensi di molti altri Paesi e molti di essi hanno già confermato la loro partecipazione.
Lo scopo di questi incontri, infatti, è proprio quello di riflettere su temi rilevanti e connessi al diritto ad avere cibo sano e sicuro: raccogliere pareri e riflessioni anche di rappresentanze di delegazioni straniere è dunque il punto di partenza per consolidare l’impegno a migliorare la normativa, sia nazionale che sovranazionale in tali materie, là dove lacunosa o non appropriata.
Articolo pubblicato su http://www.finanzaediritto.it/articoli/expo-2015-la-parola-allo-studio-legale-audisio-e-associati-a-cura-di-bbltranslation-14223.html

I nostri valori

Il vostro successo è anche il nostro

Rapidità e confidenzialità

Traduttori madrelingua specializzati

Garanzia zero errori

"La traduzione è il prezzo da pagare per trasformare le opportunità in successi."

Domande

Spagna: +34 93 187 6994

Italia: +39 06 983 52558

Regno Unito: +44 208 180 1993

Modulo di contatto

Important warning: we recommend that you carefully read the contents of this legal text prior to providing any personal data through the website of Bibielle Global Translations, SL, owner of and responsible for the correct application of the Privacy Policy.
In accordance with the regulations applicable to the protection of personal data, and the new provisions contained in the General Data Protection Regulation (hereinafter GDPR), directly applicable from 25 May 2018, Bibielle Global Translations, SL informs you of the following:
i. Contact details of the Data Controller: Bibielle Global Translations, SL (hereinafter BBL), with Tax Identification No. B65336885, registered office at Muntaner 200, 1ª planta Barcelona, 08036, Spain, and contact e-mail legal@bbltranslation.eu.

ii. Purposes: Data collected through the contact e-mail address, or service quotation request form, will be incorporated into files owned by BBL with the purpose of handling, managing and responding to your request or contact. The data provided will not be used for purposes other than those for which it was collected.

iii. In addition, and on a voluntary basis, you may provide your consent (by ticking the corresponding box or registration) to us sending commercial communications, by any route and/or electronic means, and keeping you informed about the services which, being similar to the current ones, may interest you, and which BBL offers to its Clients and users under more advantageous conditions, and to carry out market or customer satisfaction surveys.

iv. Retention: The data will be retained for the time necessary to achieve the purposes for which it was collected, in order to respond to the subject of your request or contact, and while there continues to be a mutual interest. It will be deleted when it is no longer necessary for such purposes, the commercial or contractual relationship ends, unless its retention is required by law.

If you provide your consent to the sending of commercial communications, personal data will be processed actively while you have the status of User, or until you withdraw your consent.

v. Data communication: In no event will your data be transferred or communicated to a third party, unless required by law; nor will it be transferred internationally, except with the unequivocal consent of the data subject, and prior information about the possible recipients, purpose and, where appropriate, country of destination.

vi. Duty of secrecy: BBL complies strictly with the duty of secrecy and confidentiality of personal data, and for this reason has implemented technical, organisational and security measures to prevent its unauthorised alteration, loss, processing and/or access, taking account of the state of the art, the nature of the stored data and the risks to which they are exposed, all of this as established by Spanish and European legislation on the Protection of Personal Data.

vii. Rights of the data subject:

a. To exercise the rights of access, rectification, erasure and objection, limitation of treatment, data portability and not being the subject of automated individual decisions, by writing to Bibielle Global Translations, SL, Calle Muntaner 200, 1ª planta Barcelona, 08036 Spain or at legal@bbltranslation.eu indicating the subject of your request, and attaching a [copy of your] national identity card or passport.
b. To complain to the Supervisory Authority: if a user considers that their data is not being used properly, and this matter is not addressed by BBL, they may submit a complaint to the relevant data protection authority, which in Spain is the Agencia Española de Protección de Datos.

viii. If you receive commercial communications by electronic means, in accordance with the Spanish Law of Information Society and Electronic Commerce Services (LSSICE), you may withdraw your consent, unsubscribe or modify your data using the same channel, through the e-mail address legal@bbltranslation.eu, which will be specified in each communication.